Translate

mercoledì 21 maggio 2014

Sono nate le farfalle a scuola

Anche le farfalle di scuola sono nate. Ne sono nate quattro. Due tra domenica e lunedì e  una l' abbiamo vista nascere in diretta  quando siamo entrati in classe dopo l' intervallo della mattina. Ci stava proprio aspettando perché sapeva quanto saremmo stati  felici nel vederla nascere.
Eccola.


L' ultima e' nata poco dopo mentre stavamo pesando alcuni oggetti sulle bilance.
Nel pomeriggio le abbiamo liberate e salutate con una grandissimo Ciao.
Nell' orto ci aspettavano anche cinque belle fragole mature. Hanno proprio un sapore diverso rispetto a quelle acquistate. Raccolte, lavate e mangiate  subito sono una  vera delizia.



See you
Giuditta


domenica 18 maggio 2014

Mezzanotte e Notte

Ieri alle ore 14.00 circa  e' nata Mezzanotte, la penultima delle nostre farfalle.
Ho atteso impaziente, sentivo che stava per nascere. Ho aspettato per ben tre ore ma ne è proprio valsa la pena. Tutto è passato in secondo piano, la mia priorità era assistere alla sua nascita e quindi mestieri di casa, pulizie e commissioni  varie sono state rimandate.
L'ho vista rompere la crisalide, uscire, appendersi e lasciar distendere e poi asciugare le ali come nuove lenzuola profumate e distese al sole. Ero commossa!
L'ho ripresa...guardate che meraviglia! 

 


In questa foto Mezzanotte è ancora nella crisalide

 In questa foto invece si nota che la crisalide ha cambiato colore e si vede la farfalla all'interno.
 Manca poco ed io paziento.


E' nata

Eccola ancora

Verso la libertà


Stanotte e' nata Notte, l' ultima che stavamo attendendo.

                                                          




In questo video si vede la mia gatta Neve che, curiosa curiosa, assiste con me al volo nel cielo di Notte.

Sono curiosa di sapere che cosa è successo a scuola...
Domani vi aggiorno sia per quanto riguarda l'orto che per le farfalle.e speriamo di mangiare ancora qualche fragola.
Intanto vi suggerisco la lettura di due articoli interessanti che ho trovato oggi sul Corriere della Sera. (Vedete se riuscite e recuperare il quotidiano di oggi. )
Uno, per stare in tema, sull'elogio della pazienza e l'altro sulla spesa a km 0  nel cortile della scuola.
Ecco alcuni passaggi del primo articolo.

Elogio ( fuori moda) della pazienza di Paolo di Stefano
Mai aspettare il tempo necessario, ma reagire d' impulso: l'impazienza è un vizio tipico  della nostra epoca. Per questo, l'elogio del suo opposto, la pazienza, suona particolarmente opportuno. Anche se, o forse, in controtendenza. Sarebbe un errore confondere la pazienza con l'inerzia. la pazienza è la giusta via di mezzo tra impazienza e l'apatia. E' la virtù dei forti. Richiede di agire "come se tutto  accadesse al termine di una gravidanza". E' questo il consiglio. Perché il tempo naturale è quello della pazienza...
...I social network  sono lo spazio dell'impazienza, sono concepiti perché la mano arrivi prima  del pensiero, perché l'amicizia nasca prima della conoscenza, perché alla fatica paziente di conoscere si sostituisce il contatto fuggevole...













See you
Giuditta


venerdì 16 maggio 2014

Ecco la seconda, la terza e la quarta

Dopo Aurora, nata ieri pomeriggio sul tardi, stamattina presto e' nata Alba. Timida e insicura, aveva fatto la crisalide nascosta tra le foglie e, liberata,   e' volata via un po' indecisa.


Poco dopo ecco  Mattino e Mezzogiorno, le due più sveglie, audaci e vivacissime. Anche nella loro vita da bruchi erano tra i più attivi perché tra tutti erano quelli che andavano sempre a spasso. Appena libere sono volate via sicure ed esperte delle loro ali, come se sapessero volare da sempre.


Ora aspettiamo Pomeriggio. Se ne sta appesa  ancora sullo stelo dell' ortica ormai secchissima.



Aspettiamo anche Notte e Mezzanotte. Sono le ultime due. Penso che Emma dovrà cambiare loro il nome perché dubito che nascano stanotte. Per me nasceranno domani.
Un' altra invece l' abbiamo trovata  che svolazzava in salotto. Probabilmente il bruco e' uscito dalla casetta e se ne  è  andato a passeggio  e ha fatto la crisalide da qualche parte. Scopriremo la crisalide abbandonata  e appesa a qualche mobile o sotto il divano con le pulizie di primavera.

A scuola invece tutto tace. Dormono ancora. Magari troviamo la sorpresa lunedì.
Per ora le sorprese in classe sono queste, non meno belle delle farfalle: meravigliosi mandala.







Ci meravigliamo tutti di quanto siamo bravi a disegnarne fiori con il goniometro. 
Ci meravigliamo  nel vedere  come da un bruco nasca una farfalla.


See you
Giuditta

giovedì 15 maggio 2014

Ecco la prima nata




Stasera sono tornata a casa e eccola... Sorpresa! La  mia stanchezza, dopo un bel Collegio docenti, se n' è andata rapidamente.
Benvenuta bellissima creatura!  
Bellissima creatura con le ali...
Eccoti.  Dopo dieci giorni  giusti ritorni alla vita del sole e ti mostri in tutto il tuo splendore e la tua bellezza. Eccoti con le tue due paia di ali,  due sottilissime e lunghe antenne , la spiritromba sotto la tua testa arrotolata e pronta a succhiare il nettare e sei belle magre zampette da fotomodella.
Eccoti, non sei più il bruchetto nero e giallino che sono stata a lungo a osservare che si divertiva a fare l' equilibrista sulle foglie. Sei una creatura nuova con colori nuovi che un misterioso pittore ha preparato sulla sua tavolozza. Ecco il mistero si è manifestato nel suo finale ma il passaggio, conosciuto solo a Madre Natura, resta celato  agli occhi di noi umani. Come vorrei poter vedere cosa succede dentro la crisalide...

Ecco  dunque la prima Vanessa dell'ortica che Emma ha battezzato Aurora attaccata al tulle che sbatte pian piano le sue alucce. 
L' abbiamo liberata  poco dopo e se ne è volata via felice e spensierata. Mentre la guardavo allontanarsi sbattendo in modo ancora poco naturale le sue ali ho salutato il bruco che c' era in lei, ghiotto di foglie e adesso irriconoscibile, vestito a festa. 
Buon primo volo, cara farfallina ...  
Altre due crisalidi sono pronte ad aprirsi perché da color oro stanno diventando più scure quindi, tra domani e dopodomani, si apriranno.
Chissà a scuola? Chissà quando  vedremo al nostra prima farfallina e come la chiameranno i bambini...

See you
Giuditta


martedì 13 maggio 2014

Cosa succede nell' orto?

Le fragole maturano ma ci sono golose lumache che le hanno scoperte e le assaggiano. Accipicchia....
Comunque ieri ne abbiamo mangiata una, la prima in assoluto. L' ha mangiata Rebecca e ci ha detto che è dolce e gustosa. 
Il grano si fa più bello e le spighe più grosse. 



Ci vorrebbe più sole.  Sia per le fragole che per il grano....
Purtroppo il nostro orto prende il sole solo nel tardo pomeriggio perché quercia Palloncino , ormai veramente enorme, fa parecchia ombra. Chiederemo al comune se possiamo usare come orto, per il prossimo anno, anche un' altra zona, adibita a prato e molto esposta al sole. Sarebbe  proprio bello...



In classe i bruchi si sono trasformati in crisalide ma purtroppo solo quattro su dieci. Gli altri sei non si vedono, non so se sono nascosti tra le foglie d' ortica. Questa e' la mia speranza. Qua e  la' però  ci sono alcuni resti. Potrei pensare che non ce l' abbiano fatta...c' est la vie!
Attendiamo la " rinascita" degli altri quattro.  Mancano pochi giorni. 



See you 
Giuditta




mercoledì 7 maggio 2014

Fiori e farfalle anche tra i dolci

Le farfalle e i fiori riempiono le nostre giornate a scuola. I tulipani  e i fiori delle fragole nell' orto e l' attesa per la nascita delle farfalle, per ora ancora nelle crisalidi.
Emma ed io, tanto per stare in tema, abbiamo decorato le nostre deliziose tortine con fiori, farfalle e natura. Dolcissime! E noi bravissime!






See you
Giuditta







martedì 6 maggio 2014

The very hungry caterpillar

Bruchi a scuola e bruchi a casa

I bruchi di casa hanno fatto  quasi tutti la crisalide.  Soltanto due sono ancora a passeggio e forse alla ricerca di un luogo sicuro dove trasformarsi e stare lì per una decina di giorni.
Stamattina, prima di andare a scuola, ho assistito alla trasformazione di un bruco che era appeso allo stelo dell'ortica. Appeso a testa in giù ha iniziato a dondolare molto lentamente; la sua testa si è ricoperta di verde. Poi dal basso verso l' alto e dondolando ancora lentamente,  la parte verde lo ha ricoperto interamente, sembrava che stessa indossando una muta strettissima oppure assomigliava a me quando cerco di tirarmi su un paio di pantaloni strettissimi. Ecco...  ho proprio avuto quella sensazione.
Ha poi iniziato a rotolare su se stesso in un verso e poi in un altro e così per una decina di volte finché si è fermato. 
Mi è spiaciuto che Emma non fosse con me e fosse già a scuola. Sono rimasta completamente imbambolata nel vedere questa bellissima cosa ... Non l' avevo mai vista in vita mia. Il tutto è accaduto nell' arco di un minuto. 
Me ne sono andata poi a scuola e ora che sono tornata a casa  la crisalide è nuovamente cambiata: è diventata  di color oro.





Quelli a scuola invece sono un po' più  in ritardo. 
Solo uno si è appeso ma non ha ancora fatto la crisalide; cinque sono a passeggio, uno e' morto  e gli altri non si fanno  proprio vedere.
Vi terrò aggiornati.




You too will be beautiful

Ho una vera e propria collezione di libri di Eric Carle acquistati qua e là tra Oxford, Londra, Bristol, York e Galway.


                                      

E' arrivato il momento di leggerne un altro ai bambini. 
Tra bruchi a scuola e bruchi a casa The very hungry caterpillar è quello giusto. 








                                          

For teachers and parents

See you
Giuditta



domenica 4 maggio 2014

Cosa fanno i bruchi?

Ieri, 3 maggio 2014
Passeggiano ancora e mangiano.
Sono sempre più lunghi. Saranno 2,5 cm


See you
Giuditta

venerdì 2 maggio 2014

I bruchetti mangiano mangiano. Golosoni!!


I bruchi della Vanessa dell' ortica di Emma, qui a casa, mangiano mangiano. Sono cresciuti parecchio e hanno anche cambiato colore. 
Chissà quando faranno la crisalide? 
Per ora, come ho detto, si occupano di mangiare, di passeggiare e di dormire. Alcuni dormono appesi a testa in giù tanto che penso che si stiano trasformando in crisalide ma poi, dopo un po', riprendono a mangiucchiare. Li trovo molto carini e dolci. Mi sembra proprio impossibile che si trasformeranno in bellissime farfalle. 
Madre Natura e' veramente potente, affascinante, misteriosa,  miracolosa e generatrice.
Nelle foto si vedono bene e si vede bene anche l' ortica tutta mangiucchiata.
Vi terrò aggiornati.
Chissà come stanno i bruchi nella nostra classe? Chissà se sentono la mancanza degli occhi interessati e curiosi dei bambini?
Purtroppo non posso andare a trovarli perché la scuola e' chiusa. Spero che stiano bene. 
Vedremo lunedì....



 In classe stiamo registrando l' esperienza con il disegno.
Nel primo disegno si vede bene la casetta che li  e negli altri l' ortica e i bei bruchetti.




Ecco come diventerà il  nostro bruchetto....sembra proprio impossibile...




See you
Giuditta

giovedì 1 maggio 2014

Auguri mamma

         

Si avvicina la festa della mamma





  

Sul sito della maestra Mary ci sono tantissime idee per lavoretti, disegni, filastrocche e poesie.
Clicca sotto per andare direttamente al sito.



See you
Giuditta