Translate

venerdì 22 novembre 2013

Oggi a pranzo mangio...



Sai quanto può essere divertente andare al ristorante del tuo compagno di classe e scegliere cosa mangiare? C' e' il ristorante di Luchino il pulcino o il ristorante Che bontà oppure, per citarne un altro tra tanti, quello chiamato Laguna blu. Se poi nel menù si propone lo scorfano alla siciliana impariamo dov'è la Sicilia, se c' e' il gelato al gusto di cioccolato infuocato devi stare attento alla lingua e se invece il menù propone fish and chips o bacon and eggs si fa intercultura e viene voglia a tutti di volare a Londra o a Dublino.

Primo step. Obiettivo. Coinvolgere tutta la classe nell'attività che sta eseguendo una bambina con l' insegnante  di sostegno. Ci viene presentato il menù che ha inventato e ognuno di noi sceglie, calcola il totale e paga alla cassa con delle piccole banconote e monetine. 


Secondo step. Ci divertiamo. E tanti allora esordiscono dicendo :" Maestra, possiamo inventare anche noi un menù?"
Risposta: " Ma certo... Al lavoro. Ognuno inventa un menù con al massimo dodici piatti e inventa anche il nome del ristorante." Wow, l' idea piace. La fantasia vola. Si disegna, si scrive il costo di ogni piatto e si colora.





Terzo step. Ognuno presenta i propri piatti. Applausi e applausi. Verifichiamo i costi perché in un ristorante in cui la Coca- cola costa 9 euro  ci andrebbero proprio pochi. Fotografiamo i menù.
Li stampo tutti e su ogni pagina metto la foto di ogni bambino, i piatti con i relativi costi.
Ora sono tutti appesi alla parete. Belli da leggere e da vedere.

Quarto step. Si scegli in quale ristorante pranzare e si ordina. Ognuno scrive sul proprio quaderno:
La mia ordinazione e in successione, uno sotto l' altro, i piatti scelti e accanto il costo.
Poi la domanda: quanto spendo? E il calcolo, l' addizione in riga e il totale.
Per eseguire il calcolo utilizziamo  la linea del  1000 (mi riferisco alla linea del 1000 del metodo
analogico del maestro Camillo Bortolato) con la quale è semplicissimo sommare euro e centesimi 
perché ogni pallina e' un centesimo e un armadio un euro. Con questo strumento e' anche facile seguire le prime equivalenze... come 120 centesimi quanti euro sono?
Nell' eseguire la somma scopriamo quante strade, quanti percorsi, cioè le diverse strategie che  ognuno di noi utilizza per rendere più facile il calcolo. E da questo impariamo i nomi di 
tutte le proprietà dell'addizione,  che sono già dentro di loro.

Chi desidera può anche fare il disegno di se stesso che pranza oppure può rappresentare i piatti scelti. Da questa indicazione nascono dei bei disegni  tra cui un salame al cioccolato divinamente rappresentato.




Quinto step. Costruiamo un istogramma dove si visualizza rapidamente il ristorante piu' scelto.
Il risultato sorprendente  e' che la maggior parte dei bambini ha scelto di pranzare al mio ristorante (
si' ... perché anch' io ho realizzato il mio menù) che ho chiamato Giuditta ' yummy restaurant e che 
propone cibi e piatti inglesi(  nella  stessa settimana impariamo in inglese la nursery rhyme Pat- a- cake..)

Sesto step. Quanto ha speso  Jacopo? E Luca? E Linda? Quanto ha speso  Francesco più di Emma?
Quanto ha speso Ginevra meno di Gabriele? Quanto riceve Carola di resto se paga con una banconota del valore di  20 euro? 

Conclusioni. Addizioni e sottrazioni, euro e centesimi, equivalenze e proprietà delll' addizione, 

risoluzione di problemi e statistica. Fantasia e creatività. Coinvolgimento, partecipazione e tanto 
divertimento. Il cuore leggero e  tutto si capisce più in fretta.





See you
Giuditta

                                                      

                                                            







Nessun commento: