Translate

mercoledì 3 luglio 2013

In Irlanda

Meno due e si parte...
4 luglio 2013
Verde Irlanda, arriviamo. La nostra destinazione? Galway,  ad ovest sulla costa atlantica.

Ho fatto un giro a scuola per controllare l' orticello. Tutto bene bene.
Ciao caro  orticello... Ci penseranno nonno Dino e la mia cara collega Eugenia a prendersi cura di te durante la mia assenza.
Ci vediamo a fine luglio.

See you
Giuditta



Galway, 16 luglio 2013
Non abbiamo ancora visto una goccia d' acqua. Siamo in Irlanda, nella terra della pioggia per eccellenza, e ancora di più su questa costa, a ovest, ma la pioggia non si fa proprio vedere.
Le temperature sono alte, siamo sempre in t- shirts, cosa da non credere e sarà così per tutto il tempo che staremo qui, cioè fino a sabato. O siamo proprio fortunate o il clima e' proprio impazzito, come da noi in Italia che ha fatto una primavera molto piovosa.
Quello che mi ha più colpito per ora ? L' oceano, piatto, calmo, un olio; le rondini qui sul tetto del nostro appartamento e  i numerosi e bravissimi artisti di strada. Sono persone fantastiche che fanno cose che non possiamo  neanche immaginare.  Creano musica meravigliosa, coinvolgente, ritmata oppure dolce e calma che ti tocca il cuore.
Le mucche, le pecore, i cavalli e verdi verdi prati ci fanno sempre compagnia ma anche la cordialità 
della gente, disponibile e aperta.  
La cosa più bella: stare con mia figlia e passare tanto tempo con lei. Vivere con lei questa esperienza nuova che apre la mente, la conoscenza, le sensazioni e i confini dei propri pensieri.
Nonno Dino e' stato a scuola a bagnare l' orto; anche la mia collega Eugenia se ne è presa cura. Mi ha anche inviato delle foto. Se i bambini potessero vedere queste foto...immagino le loro espressioni, i loro volti, i commenti e i pensieri. Immagino la gioia e lo stupore sui loro volti, immagino  la felicità nel vedere il nostro lavoro dare i frutti. Li vedo tutti li' intorno, sul legno che fa da perimetro all' orto che bisbigliano, chiacchierano, commentano, ipotizzano, scoprono, toccano.

Ecco le foto. Nell' ordine la zucca, i pomodori, il basilico, il girasole e il prezzemolo.


















Non vedo l' ora di tornare e di prendermene cura  personalmente prima di partire per la terra che amo in assoluto: la Liguria.
See you
Giuditta








Nessun commento: