Translate

giovedì 3 agosto 2017

Scrivere

My sweet words
Cercalo su Facebook. Ho creato una pagina di parole e di immagini, dove scrivo quello che mi passa per la testa e che ho voglia di scrivere.
Parole di pensieri veri, di sentimenti provati, ma anche di immaginazione e creatività.  Un po' di realta e un po' di finzione. È solo un modo per liberare i pensieri e le emozioni,  a volte tanti e troppi rinchiusi nella testa, lasciandoli così volare.

Nulla di grandioso, tutto molto semplice come me, nella consapevolezza della mia pochezza e del mio essere anni luce lontana dalla vera poesia. 

Spero vi piaccia.E se non dovesse piacervi, pace, restiamo sempre amici. Felice estate. Relax, pace, serenità e salute.

See you
Giuditta

domenica 11 giugno 2017

Felice estate

Felice estate a tutti voi. 
Felice estate a tutti i bambini e a tutte le maestre e a tutti i maestri a cui mancano già i bambini, i gessetti colorati, la lavagna di ardesia, la campanella, i quaderni e le copertine colorate, le matite da temperare, i cartelloni colorati, i grembiulini bianchi e  i grembiulini neri con il colletto bianco.

http://www.giuntiscuola.it/lavitascolastica/magazine/articoli/un-anno-di-amorosa-maestria-il-saluto-con-le-parole-di-bruno-tognolini/

Filastrocca dell'amorosa maestria

Grazie Bruno Tognolini

Canzone dei mattini
Poesia dei miei alunni
Canta come correvano
I piedini degli anni
Come frutti sugli alberi
Come pane nei forni
Facevamo la classe
Con le mani dei giorni
Quei giorni come rondini
Quegli anni come buoi
Vi vedevo cambiare
E diventare voi
Nelle mattine gelide
Nei pomeriggi d’oro
L’amore sbriciolava
La pietra del lavoro
Le briciole doravano
Ogni nostra parola
I bambini sbocciavano
Nel cuore della scuola
Cantavano un segreto
Che alla fine ho compreso
Che più di ciò che ho dato
È ciò che mi hanno reso
L’onore pedagogico
E il sole alla finestra
Crescere i miei bambini
Essere una maestra
Bruno Tognolini


Bellezza nell'orto:
i nostri tulipani sono sbocciati.
Meravigliosi

Un quadro passatempo.
Termino il mio lavoro e passo
il tempo creando qualcosa di bellissimo.

Lavorare con gli altri ci arricchisce tanto.
Apriamo le nostre classi.

A scuola di coding.
Esperienze nuove per bambini e per maestre.


Camillo Bortolato.
Il super maestro di scuola e di vita.

Abili disegnatori sin da piccoli.

Docky: il nostro amico robottino.

Stelle brillanti


Cornicette
Code.org

See you
Giuditta

sabato 4 marzo 2017

Una stella per crescere

Si cresce in altezza e nel cuore. Si cresce nell'attenzione e nella concentrazione. Nell'essere più precisi  per poi essere ancora più soddisfatti delle proprie creazioni.Per poi dire" Che meraviglia che ho disegnato!".
Le stelle spuntano sui quaderni a quadretti che si colorano di rossi, gialli, verdi e blu, tutte bellissime e tutte meravigliose nella loro unicità come sono unici i  ventitré bimbetti che mi trovo davanti.
Sono proprio le stelle per crescere, per diventare grandi e siamo più grandi adesso che  ci troviamo a metà classe prima e inizia  tra poco la primavera.
E stelle spuntano anche dalla terra e aspettiamo quali colori  queste ci regaleranno tra poche settimane. Intanto  le sogniamo e  le immaginiamo. Qualcuno le immagina alte come la scuola, qualcuno di colore blu, qualcuno la vorrebbe rosa. 
Ascoltarli è uno spasso perchè non ci sono limiti alla creatività e alla fantasia dei bambini.
I tulipani stelle.

SUI QUADRETTI






















 NELLA TERRA


Dalla terra spuntano i tulipani
See you
Giuditta


mercoledì 14 dicembre 2016

Puntini mania: Christmas time

Unire i puntini per far comparire un disegno di Natale. E' un'attività che mi piace tanto.
Date un occhio a questo sito. 
Buon Avvento.

See you 
Giuditta

domenica 20 novembre 2016

Cinque anni con Camillo

Dopo cinque anni  di metodo analogico dai pensieri dei ragazzi per il maestro Camillo emergono i punti salienti del metodo:
Amore per la matematica
Semplificazione della didattica
Tutto è un gioco
Ritrovare la strada giusta se ci si perde
Il calcolo è fatto di trucchi 
Amore verso i bambini 
Se penso alle palline e non alle cifre  sono sicuro perché  nel calcolo tutto è fermo, sono  solo io che mi muovo.







Se, come insegnante, ripenso a questi cinque anni, mi sembra in un certo senso di non averli vissuti perché non ne ho sentito il peso. Sembra strano da dire, ma è stato così. Non ho sentito il peso della didattica che  riempie troppo il tempo e del tempo che sfugge dalle mani, che non basta mai. Tutto si è svolto con leggerezza e semplificazione, nella  libertà dei bambini di imparare e nella totale fiducia nelle loro capacità. Li ho visti prendere il volo in tempi diversi e felici, tutti. Apprendere gli algoritmi del calcolo  scritto è stato un gioco da ragazzi e il calcolo mentale un divertimento appassionante con la linea del 20, del 100 e del 1000, con le palline e non con le cifre, l' abaco, i regoli che rendevano tutto macchinoso è complicato. I problemi per immagine ci hanno abituati a vedere la situazione problematica come un film e a entrare nel significato dei termini e a comprenderli pienamente. I problemi non ci facevano paura.  E le cornicette? Un percorso di meraviglia nella serenità e nella concentrazione.
















Grazie maestro Camillo.
In attesa di ricominciare a settembre ti ringrazio tanto per aver condiviso il tuo segreto con noi,  Ora mi sento più esperta, più forte, più sicura su una strada serena dalla parte dei bambini.

See you 
Giuditta